ANNO 18 n° 119
''Verifica sulle tessere in tempi brevi''
Il presidente della commissione di garanzia regionale Tanzilli
10/02/2016 - 12:18

VITERBO – Bufera tesseramento Pd, ''il tema sarà approfondito nei più brevi tempi possibili''. E’ quanto dichiara all’agenzia di stampa Il Velino Alberto Tanzilli, al secolo presidente della commissione di garanzia regionale del partito. Al centro la questione delle circa trecento tessere ritenute irregolari da un gruppo di iscritti. Gli stessi che hanno presentato un esposto, tramite gli avvocati D’Agostino e Venuti, alle commissioni di garanzia regionale e nazionale Pd.

 

Nell’esposto si chiede la verifica delle circa 300 tessere che non sarebbero passate per il circolo e, in caso di anomalie, il conseguente annullamento. All’origine del tutto la denunciata discrepanza, di ben 278 nomi, tra i tesserati risultanti dai verbali del circolo e quelli caricati sulla piattaforma web dove sono caricati tutti i nominativi e i dati degli iscritti.

 

''Abbiamo ricevuto la lettera da due legali – spiega Tanzilli - in rappresentanza di alcuni iscritti che hanno fatto ricorso contro questo tesseramento per cui ritengono ci siano state una serie di irregolarità. Noi come commissione di garanzia abbiamo preso atto del ricorso e lo calendarizzeremo quanto prima. Si tratta di un fatto importante che merita di essere approfondito, lo faremo nei più brevi tempi possibili e con grande serenità''.

 

Possibile che la commissione di garanzia regionale decida di riunirsi, per affrontare la questione, già questa settimana. Probabile anche che si decida di ascoltare le parti interessate, quindi i ricorrenti e il segretario del circolo unico di Viterbo Carlo Mancini. Se la commissione di garanzia dovesse valutare la necessità di vederci chiaro si procederebbe al controllo delle tessere oggetto del ricorso. Controllo che va effettuato contattando uno a uno al telefono i nominativi per verificare la consapevolezza dell’iscrizione al partito. Qualora emergessero anomalie le tessere in questione sarebbero a quel punto annullate.

 

I due avvocati sottolineano come, oltre al ricorso agli organi interni del partito, i fatti potrebbero configurare anche un ricorso penale ''per falsità materiale, falsità di scrittura privata, sostituzione di personale e truffa''. Insomma, in caso di conferme, potrebbero spostare la partita nelle aule di tribunale. Il tesseramento 2015 risulta particolarmente importante perché valido per i congressi previsti a ottobre per il rinnovo dei segretari di circolo, dell’unione e delle segreteria provinciale.




Facebook Twitter Rss