ANNO 15 n° 303
Nubifragio a Viterbo, danni e allagamenti nella Tuscia

VITERBO - Durante la notte e la prima mattina un nubifragio si è abbattuto sulla Città dei Papi e su quasi tutta la provincia, causando danni alle strade e disagi agli automobilisti che sono rimasti imbottigliati nel traffico per diverso tempo.

VITERBO CITTA'

Circolazione in tilt in tutta la la città. Particolari disagi nella zona del supermercato Eurospin, dove il piazzale e la starda sono completamente allagati. Sulla Tangenziale Ovest un muretto di contenimento è caduto bloccando una delle due corsie e rallentando ancora di più il traffico.

Auto sommerse dall'acqua nella zona del Pilastro, nei pressi del parcheggio di viale Bruno Buozzi.

Vigili del fuoco a lavoro nei sottopassaggi diventati completamente impraticabili. Difficoltà sulla Teverina e nella zona del passaggio a livello di Porta Fiorentina in direzione La Quercia-Bagnaia.

Particolari problemi si sono riscontrati nella sede dell'Inpdap (Istituto Nazionale di prevenzione per i dipendenti dell'amministrazione pubblica) dove l'archivio è stato sommerso da circa mezzo metro d'acqua compromettendo parte dei documenti.

Da questa mattina i vigili del fuoco di Viterbo hanno effettuato oltre 40 interventi.

 

PROVINCIA

La Cassia Nord, tra Montefiascone e Viterbo, è rimasta bloccata per circa un'ora a causa delle forti piogge.

Disagi sulla Cassia Cimina tra Ronciglione e Caprarola e sulla Canepinese a circa 1 chilometro dal paese per due frane.

La provinciale Canepinese è stata chiusa e il traffico veicolare deviato su strade secondarie. Sul posto i mezzi della Provincia per liberare la carreggiata dai sassi.

Smottamenti anche tra Ronciglione e San Martino al Cimino dove è stato necessario l'impiego di un escavatore per liberare la strada dai detriti e dal fango.

A Vetralla tre squadre della Protezione Civile  è a lavoro con i mezzi per liberare alcune villette dall'acqua

 




Facebook Twitter Rss