ANNO 20 n° 292
Nasce il comitato ''No al dissociatore molecolare''
Contro la realizzazione dell'impianto fra i comuni di Canino e Montalto di Castro
26/01/2012 - 12:17

VITERBO - Dopo il clamore suscitato nell'opinione pubblica dalla notizia che nel territorio di Canino, al confine con il comune di Montalto di Casto, sarà installato un dissociatore molecolare, è nata l'esigenza tra i cittadini di dar vita a un comitato per la difesa del territorio e della salute pubblica.

il comitato ''No al dissociatore molecolare'' ha lo scopo di salvaguardare il territorio, tutelare la salute dei cittadini e coinvolgere persone di ogni estrazione sociale, politica ed economica.

'Abbiamo il sostegno, oltre che dei cittadini, delle varie attività economiche della zona - affermano dal comitato -, in particolare le cooperative agricole, che esprimono la loro preoccupazione per il proprio settore, che dopo anni d’investimenti milionari, rischia di veder azzerato il valore delle proprie colture e delle proprie terre'.

''L'installazione di un impianto di dissociazione molecolare sul nostro territorio è in contrasto con le politiche economiche agricole e turistiche messe in atto sino a oggi dalla popolazione e un grave rischio per la salute nostra e delle future generazioni - continuano - . Le nostre iniziative, saranno finalizzate alla difesa del territorio da qualsiasi tipo di speculazione e alla divulgazione d’informazioni oggettive, basate su dati concreti''.

''Da mesi seguiamo l'argomento e riteniamo indispensabile opporci alla realizzazione di questo impianto con ogni mezzo consentito, invitando già dà ora tutti i cittadini, ad aderire alle varie iniziative che organizzeremo. Invitiamo tutti quelli che vorranno sostenere la nostra causa, o più semplicemente, ricevere informazioni al riguardo, di contattarci su Facebook 'No al dissociatore molecolare'''.

Il nuovo comitato di Canino ha incontrato il favore di numerosi medici della zona oltre che il sostegno di varie associazioni tra cui i No Coke e il Comitato antinucleare di Montalto di Castro e Pescia.




Facebook Twitter Rss