ANNO 18 n° 87
Fiore del cielo pronta a tornare a casa
Il 29 lo smontaggio, il 2 marzo a Viterbo
Expo ha finalmente sbloccato il rientro della Macchina di Santa Rosa
17/02/2016 - 10:45

MILANO – Fiore del cielo torna a sbocciare, e quale mese migliore di marzo, il mese della primavera? Stamani è arrivata la conferma ufficiale a Palazzo dei priori: la Macchina di Santa Rosa tornerà in città proprio all’inizio del prossimo mese. La ditta che ne ha in carico lo smontaggio – la viterbese Ciorba Costruzioni srl - e quella che dovrà trasportarla su strada - la Pepa di Ravenna – hanno ottenuto dall’organizzazione di Expo gli ultimi permessi e accrediti logistici, nonché la data.

 

La Macchina verrà dunque smontata il 29 febbraio (si ricorda per i più sospettosi che il 2016 è anno bisestile e dunque febbraio consta di 29 giorni…). Il primo marzo la partenza, dopo essere stata caricata in sicurezza su due trasporti eccezionali, e il viaggio di ritorno verso sud, verso Viterbo. Dove il prezioso convoglio dovrebbe arrivare il 2 marzo, limitazioni al traffico (i convogli eccezionali debbono sottostare a rigide regole di circolazione) e condizioni atmosferiche permettendo.

 

‘’Confermo tutto – dice l’assessore Giacomo Barelli, che ha curato la trasferta milanese della Macchina già dallo scorso aprile – Ad inizio del mese riavremo Fiore del cielo a Viterbo. Noi avevamo predisposto tutto, anche le coperture economiche erano state trovate da tempo e continuavamo a monitorare la situazione. Mancavano soltanto dei passaggi burocratici, indipendenti dalla nostra volontà e dai nostri poteri, ma una volta risolti eravamo già pronti, tanto è vero che dopo lo smontaggio la Macchina partirà immediatamente per tornare a casa’’. In effetti gli ultimi passaggi spettavano proprio all’organizzazione di Expo, una realtà complessa che dal 1 novembre scorso – giorno della conclusione ufficiale dell’esposizione – si è trovata a gestire tantissimi smantellamenti, dai padiglioni più grandi a quelli più piccoli, dagli stand degli sponsor ai servizi logistici. Anche l’Albero della vita – vale a dire il simbolo stesso di Expo – si trova ancora lì, per dire.

 

A Viterbo non erano mancate le polemiche, spesso pretestuose, spesso di stampo politico, quasi sempre all’insegna della disinformazione, per il ritardo del ritorno della Macchina. Che oggi, però, è ufficiale: il 29 febbraio lo smontaggio, due giorni dopo in città.




Facebook Twitter Rss