ANNO 20 n° 176
Arrivano gli aiuti per il comparto ittico
Il presidente della cooperativa Harmine, Mazzoni, ha stipulato gli accordi necessari
22/11/2012 - 04:00

VITERBO - ''Dopo aver perso tutto, siamo pronti a ricominciare dall’inizio''. E’ la ferma volontà dei pescatori di Marina di Montalto, soddisfatti per l’arrivo degli aiuti concreti messi in campo da Banca della Tuscia, Confartigianato e Amministrazione comunale di Montalto.

''Il presidente della cooperativa Harmine di Montalto di Castro, Quinto Mazzoni, ha stipulato gli accordi necessari per l’apertura di una linea di credito specifica per la categoria, finalizzata alla ricostruzione delle imbarcazioni, delle banchine e delle strutture della Cooperativa'' - dichiarano entusiasti i diretti interessati. Si tratta di fondi finanziari con accesso agevolato che saranno a disposizione dei pescatori colpiti dall’alluvione. 

''Abbiamo immediatamente reagito cercando, nel giro di una settimana, di ricominciare a lavorare, con le nostre forze e con l’aiuto di chiunque fosse disponibile a tenderci una mano'' - sottolineano gli stessi pescatori, con grande dignità e rinunciando alla tentazione di arrendersi.

''Il presidente Mazzoni - affermano - non si è affatto perso d’animo, e ancor meno ha perso tempo in lamentele. Ha smosso mari e monti, incalzato la nostra associazione, il Comune, le banche, gli enti territoriali e tutti quelli che potevano dare una mano. I primi risultati sono arrivati”.

L’Agci, Associazione generale cooperative italiane, sottolinea che la cooperativa stessa ha avviato le procedure necessarie per l’attivazione del Fondo di solidarietà nazionale per la pesca ''aprendo, fra le proprie associate, una sottoscrizione per fornire un aiuto concreto ai pescatori di Montalto''.

''Anche il Comune di Montalto di Castro – concludono i pescatori - si è attivato per aiutare le nostre famiglie. Confartigianato, inoltre, ha messo a disposizione le sue strutture per sostenere la Cooperativa ed i pescatori autonomi”.




Facebook Twitter Rss