ANNO 20 n° 201
Remuntada Volley Viterbo: serie D conquistata
Le ragazze di coach Ciambella erano terze a due giornate dalla fine
24/04/2013 - 11:35

VITERBO - Dopo solo quattro anni dalla sua costituzione, la società cittadina del Volley Viterbo conquista, nell’ultima giornata di campionato, l’accesso alla serie D regionale. In una gara dall’andamento altalenante, capitan Sanetti e compagne riescono a costruire per la seconda volta la partita perfetta e, quasi contro ogni pronostico, ad aggiudicarsi il passaggio diretto alla serie D. L’avventura inizia il 24 novembre e si capisce subito che il Volley Viterbo sarà tra le pretendenti alla promozione. L’obiettivo della società è l’ingresso nei play off e dopo ogni partita questo si fa sempre più vicino. Il girone di andata termina, dopo sette vittorie consecutive ed un solo set perso, con due sconfitte per 3-1 ad opera sia dello Stelliferi che dell’Alto Lazio. Dopo il giro di boa le ragazze di coach Ciambella iniziano nuovamente a macinare gioco e punti. Non vengono fermate neanche dagli infortuni che fanno terminare in anticipo il campionato ad Alberta Boschi, Sara Ingegneri e Giulia Ponti. Anzi le difficoltà cementano il gruppo che reagisce ogni volta con prestazioni super. A cinque giornate dal termine l’obiettivo dei play off viene matematicamente raggiunto. A due giornate le viterbesi sono a tre punti dalla prima (Alto Lazio) e ad un punto dalla seconda (Stelliferi); proprio questa è la squadra da affrontare in casa. Accompagnate dal continuo fragore assordante delle tifoserie, le due formazioni si affrontano senza esclusioni di colpi, ma la voglia di rivincita è tanta che per le ospiti non c’è nulla da fare pur avendo sicuramente la difesa più forte del campionato. Il 3-1 dell’andata viene restituito e questo permette al Volley Viterbo di scavalcare le avversarie in classifica e conquistare la seconda posizione. L’ultimo atto si svolge a Civitavecchia dove alla capolista Alto Lazio basta un solo punto per aggiudicarsi la promozione, mentre alle viterbesi servirebbe un’impresa da tre punti, avendo un migliore quoziente set, per non rischiare di scendere di nuovo al terzo posto. La palestra è gremita e i tifosi non si stancano di sostenere la propria squadra. Sanetti e compagne partono alla grande e tra attacchi e servizi demoliscono le difese avversarie chiudendo il primo set per 25 - 14. il secondo parziale è l’inverso, l’Alto Lazio prende il largo e chiude sul 25 - 16. La terza frazione vede l’equilibrio fino all’8 pari poi le viterbesi prendono il volo e chiudono sul 25 - 13. Il quarto set è decisivo: le ragazze di casa devono vincerlo per prendere il punto della promozione, le viterbesi non devono perderlo per non ritrovarsi terze.  Viterbo è sempre in vantaggio fino a che non viene raggiunto sul 22, poi inizia un continuo scavalcarsi fino a quando un gran muro non mette fine al match. Esplode la gioia delle viterbesi che coronano il sogno della promozione.

“Gara giocata con il cuore - commenta a caldo il presidente Noto - questo gruppo è stato più forte di tutto: più forte della sfortuna che in diversi casi ci ha accarezzato, e più forte degli infortuni! Un grazie particolare va al fisioterapista Giorgio Rinaldi ed alla futura Laura Rutili che ci sono stati vicini ed hanno permesso alle ragazze di scendere in campo anche se in condizioni fisiche non perfette. Grazie ai tifosi sempre presenti. Grazie alla maschile che spesso ha aiutato negli allenamenti e grazie a queste stupende atlete: Cristina Barillà, Alessandra Casagrande, Clara Cicatiello,Giulia Fanelli, Claudia Sampietro, Alice Sanetti, Susanna Signoracci e Antonella Testa. Ora una settimana di meritato riposo e poi di nuovo tutti all’opera per costruire il prossimo anno sportivo.”




Facebook Twitter Rss