ANNO 18 n° 119
Mozione di sfiducia contro Barelli
A proporla i consiglieri di opposizione che lo considerano ''bizzoso''
05/03/2016 - 11:41

VITERBO – Una mozione di sfiducia per l'assessore Giacomo Barelli. A proporla i consiglieri di opposizione, decisione presa dopo quanto accaduto nell'ultimo consiglio comunale nella serata di giovedì. Un duro scontro tra l'assessore e il consigliere del Gal Francesco Moltoni, a seguito dell'interrogazione presentata dal consigliere Luigi Buzzi sulla delibera 62. Delibera che autorizza la concessione di suolo pubblico su un'importante area del centro storico per la manifestazione Caffeina Winter. Il consigliere Moltoni ha integrato l'interrogazione del collega chiedendo se lo spazio venisse dato o meno a titolo gratuito.

 

Domanda che ha stimolato un intervento dell'assessore Barelli che si è rivolto al consigliere dicendo che “il Comune di Viterbo ha bisogno di soldi e che dovrebbe iniziare il consigliere Moltoni a versare gli 80mila euro a cui è stato condannato dalla Corte dei Conti per la vicenda Cev. Intervento che ha mandato su tutte le furie Moltoni, innescando una zuffa di parole e toni alti tra i due.

 

Il fatto ha spinto i consiglieri di opposizione a ritenere opportuno richiedere la discussione di una mozione di sfiducia verso l'assessore, considerato piuttosto ''bizzoso''. ''Non è la prima volta che l'assessore Barelli attiva comportamenti provocatori e si rivolge con toni poco rispettosi verso i consiglieri, crediamo che sia giunto il momento di porre l'accento su un modo di fare che riteniamo poco rispettoso del consiglio stesso, da qui l'idea della mozione di sfiducia nei suoi confronti''.




Facebook Twitter Rss