ANNO 15 n° 293
La “brigantessa” De Sio
chiude il Civitafestival
Conclusa la ventiquattresima edizione (Foto)
28/07/2012 - 13:48

VITERBO - E’ stata la carica di Teresa De Sio con il suo dirompente recital “Acustica” a chiudere la ventiquattresima edizione del Civitafestival, manifestazione culturale ed artistica di punta della capitale dell’Agro Falisco, Civita Castellana. Una piazza Duomo gremita ha accolto la cantante partenopea, che oltre a proporre i brani di cui è autrice, ha emozionato con la recitazione di alcuni monologhi.

“Un concerto sui generis che si inserisce nella linea della narrazione è stato quello di Teresa De Sio – ha commentato il direttore artistico del Civitafestival, Fabio Galadini - un recital, che ha contribuito a segnare la svolta nella impostazione del Civitafestival. Da quest’anno infatti è molto più articolato dal punto di vista delle proposte, con il teatro e la letteratura assieme alla musica, formula che ripeteremo probabilmente il prossimo anno. In questa edizione pur accostando nomi importanti con tematiche piuttosto complesse non si è inficiato il godimento dello spettacolo, il pubblico numerosissimo che ha seguito il festival ne è una testimonianza”.

Più di cinque mila presenze hanno caratterizzato l’edizione 2012 del Civitafestival. Di alto profilo sono stati gli ospiti dell’evento, da Marco Paolini a Danilo Rea a Teresa De Sio, quest’ultima scelta per chiudere il Civitafestival venerdì 27 luglio. Il suo concerto “Acustica “ ha affascinato il numerosissimo pubblico accorso in piazza Duomo per ascoltare una delle più affermate folksinger in Italia, assieme a Sasà Flauto alla chitarra acustica e cori, a Her al violino e cori e a Pasquale Angelici al cajon e percussioni.

 

“Il Civitafestival deve diventare sempre di più sinonimo di momento di aggregazione culturale e artistico della città di Civita Castellana – ha dichiarato il sindaco, Gianluca Angelelli - L’esperienza dell’Open Space, che è stata inaugurata quest’anno, verrà certamente ripetuta affinché la città si appropri e viva di musica durante tutto il periodo della manifestazione. Il Civitafestival si propone comunque come il riferimento culturale per eccellenza della nostra città, un festival di altissimo livello, che pur mantenendo alta la qualità non fa venir meno la popolarità. Molto interessante è stato anche l’inserimento della letteratura nella programmazione”.

Sponsor del Civitafestival 2012 sono stati Ceramica Catalano, sponsor ufficiale, Relais Falisco e Beccofino, sponsor tecnici, e Scarabeo, Flaminia, Colavene, Pantano e Kerasan.

 




Facebook Twitter Rss