ANNO 15 n° 356
Giro dell'Alto Lazio, conto alla rovescia per il VI Granfondo ''Knut Knudsen''
14/08/2012 - 04:00

VITERBO – E' cominciato il conto alla rovescia per la sesta edizione del Giro dell’Alto Lazio, la Granfondo di ciclismo che prenderà il via domenica prossima da Vasanello. La gara, organizzata dalla Fortitudo Nepi, è intitolata a Knut Knudsen, il campione norvegese oro olimpico nell’inseguimento nel 1972 a Monaco e campione del mondo l’anno successivo.

L’ex ciclista, oggi 62enne, che in carriera ha vinto più volte anche i campionati nazionali della Norvegia e della Scandinavia, sia su strada che a cronometro, trascorre da anni l’estate a Vasanello e spesso accompagna i suoi connazionali a pedale nelle campagne della Tuscia. Ed è stato lo stesso Kludsen ha proporre e a far crescere la Granfondo che porta il suo nome.

Gli organizzatori, quest’anno, puntano a superare il record di partecipanti dell’anno scorso: 450. Ma la vera novità dell'edizione 2012 è dato dall’inserimento della gara nel Circuito degli Italici. La Granfondo faceva già parte del trofeo Centro d'Italia Lazio Cycling Tour, dell’Interforze ed è una delle prove del Campionato italiano fondo Acsi Erbavita.

Altre novità riguardano il percorso che, a causa dei problemi delle autorizzazioni al transito, ha subito una modifica, con il passaggio iniziale della corsa per le strade dell'Umbria attraverso Amelia, Lugnano in Teverina, Attigliano e Giove prima di ritornare nel Viterbese a Orte e Vasanello.

Il percorso corto è di 86 chilometri e presenta un dislivello di 1.400 metri. Al percorso breve è prevista anche l’iscrizione alla “francese” per coloro vogliono gareggiare senza l’assillo del tempo e della classifica. Il percorso lungo è invece di 119 chilometri e ha un dislivello di 2.100 metri. L’arrivo è per tutti, come di consueto a Vasanello.




Facebook Twitter Rss