ANNO 19 n° 352
Basket: Ilco d'acciaio, colpo in casa della Tiber
L'anno nuovo si apre al meglio per la Stella Azzurra seconda in classifica (72-78)
05/01/2014 - 20:29

di Domenico Savino

TIBER ROMA – ILCO STELLA AZZURRA VITERBO 72-78 (18-19, 32-40, 53-62)

TIBER ROMA Dal Sasso 2, Pugliese 5, Ricciardi 12, Giuliano 6, Padovani 15, Donati 2, Ridolfi 10, Algeri 18, Ambrosi, Meschini 2

ILCO STELLA AZZURRA Chiatti 8, Rossetti 24, Ottocento 16, Gori 9, Giganti 9, Baleani, Basili 5, Rogani, Brunelli 7, Meroi COACH Pasqualini

NOTE tiri da 3 Tiber 5/15, Ilco 4/9; tiri liberi Tiber 17/24, Ilco 18/26; rimbalzi in attacco Tiber 15, Ilco 6; rimbalzi in difesa Tiber 10, Ilco 2

ARBITRI Alessandro Fornaro di Mentana (RM) e Francesco De Filippo di Roma

VITERBO – La Ilco Stella Azzurra espugna il parquet della Tiber e raggiunge al secondo posto la Luiss sconfitta nello scontro diretto da Cassino (che verrà a Viterbo fra due settimane). Successo importante per gli uomini di Pasqualini (72-78) che dominano per larghi tratti di gara, arrivano a toccare anche quattordici punti di vantaggio, poi nell’ultimo quarto subiscono la reazione dei romani che ci credono e arrivano a sfiorare il pareggio.

Poi i canestri pesantissimi di Tommaso Rossetti consentono alla Ilco di tenere a distanza la Tiber e di portare a casa i due punti: sudati, ma in fondo, meritati, sia per la condotta di gara precisa per tre quarti di partita che per la capacità di soffrire nel finale. Alla Tiber va riconosciuto il merito di aver tenuto sempre accesa la fiammella della speranza e di aver incendiato il finale. Infatti i romani hanno canestro dopo canestro hanno risucchiato il vantaggio dei viterbese che allo scoccare della terza sirena era di nove punti.

La Ilco ha resistito, ma i punti in sequenza di Pugliese, Algeri e Ridolfi facevano venire i brividi alla Stella: il parziale fa tremare e non poco (8-1 per la Tiber). Ma il più lucido tra i biancostellati è Rossetti: la guardia della Ilco ha la mano calda e il cuore freddo. Prende per mano i suoi (dopo i punti di Giganti, Chiatti e Ottocento) e li trascina alla vittoria. La Stella ha comunque condotto la partita con autorità per mezz’ora. Positive le prove di Ottocento (che chiude con 16 punti) e Giganti (nove), mentre Gori lotta con costrutto sotto canestro (i suoi centimetri sono sempre fondamentali). Nella Tiber bene Padovani e Ricciardi, mentre Ridolfi sbaglia qualche tiro di troppo.

Pasqualini si affida al quintetto base: Chiatti, Rossetti, Ottocento, Gori e Giganti si oppongono allo starting five della Tiber (D’Alessio, Pugliese, Ricciardi, Giuliano e Padovani). La Stella scappa subito e raggiunge anche sette punti di vantaggio con un canestro del giovane e positivo Brunelli. La Tiber getta nella mischia Algeri e i suoi canestri alla lunga terranno a galla i romani.

Ma la Ilco è chirurgica, sbaglia poco e scava il solco: al riposo lungo Viterbo è davanti 32-40 e tiene in pugno il match. La seconda parte di gara è più avvincente: la Ilco tocca con Gori quattordici punti di vantaggio (43-57) e deve soltanto gestire il vantaggio. Ma la Tiber non ci sta e entra sul parquet per l’ultima fetta di gara con più determinazione: Pugliese, Algeri e Ridolfi segnano a ripetizione e stanno per ricucire lo strappo, ma non fanno i conti con la corazza di ferro della Stella: i punti decisivi di Rossetti sigillano il finale 72-78. Il 2014 inizia al meglio.

I RISULTATI DELLA TREDICESIMA GIORNATA

Sant'Orsola Sassari - Calasetta 76-67

Virtus Cassino - Luiss 82-74

Vis Nova - Aprilia sospesa

Accademia Basket Sestu - Olimpia Cagliari 63-57 dts

Pallacanestro Sora - Petriana 74-67

Nuova Fortitudo - Valmontone 71-50

Tiber Roma - Ilco Stella Azzurra Viterbo 72-78




Facebook Twitter Rss