ANNO 18 n° 232
Assicurazioni auto, a Viterbo si paga meno
Lo rivela un'indagine dell'Ivass: prezzi in calo del 7,8%
30/09/2015 - 11:11

VITERBO – Il costo dell’assicurazione auto in provincia di Viterbo, per quanto riguarda la garanzia Rc Auto, è inferiore di circa 160 euro l’anno rispetto a quello che si paga a Roma. E il prezzo, per il secondo anno consecutivo, è in discesa. Nel secondo semestre 2015, a livello nazionale, gli automobilisti hanno sborsato mediamente 450 euro, con una flessione del 1,6% rispetto al primo trimestre e del 7,8% su base annuale. E quanto rivela un’indagine dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) pubblicata nel bollettino statistico.

 

Particolarmente forte il calo annuo registrato a Napoli (-9,2%), mentre a Milano è del 7% e a Roma del 7,5%. Cresce, inoltre, il ricorso alla scatola nera: si passa dal 10,7% dei contratti stipulati di ottobre 2013 al 13,8% di giugno 2015.

 

Il 50% degli assicurati, dice ancora l'indagine Ivass, paga più di 406 euro, il 90% degli assicurati meno di 696 euro e solo il 10% meno di 254 euro. L'istituto segnala anche che permane un'ampia variabilità dei prezzi nel territorio, con prezzi alti prevalgono al centro sud.

 

Si registrano, inoltre, forti differenze tra le province all'interno della stessa regione. Ad esempio a Viterbo, come detto, il prezzo medio è inferiore di circa 160 euro rispetto a Roma.

 

Le 10 province più costose comprendono tre toscane (Prato, Massa-Carrara e Pistoia), tre calabresi (Crotone, Vibo Valentia e Reggio di Calabria), due pugliesi (Brindisi e Taranto) e due campane (Napoli e Caserta). Malgrado la flessione registrata, Napoli è la provincia con il prezzo più elevato (727 euro), nelle province di Prato e Caserta la media dei prezzi è di 642 e 627 euro.

 

L'analisi dei prezzi, anche circoscritta alle 10 province più costose, evidenzia il 'primato' di Napoli dove si pagano in media 173 euro in più rispetto alla decima provincia più costosa (Brindisi). Otto tra le dieci province in cui il prezzo è più basso sono localizzate al Nord, una al Sud (Campobasso) e una in Sardegna (Oristano).

 

La differenza tra la provincia in cui i prezzi sono più alti (Napoli) e quella in cui sono più bassi (Aosta) è in media di 425 euro.

 

Secondo il Codacons, la riduzione delle tariffe Rc auto registrata dall'Ivass è ancora insufficiente. “Gli automobilisti italiani continuano a pagare polizze assai più costose rispetto al resto d'Europa – ha commentato il presidente Carlo Rienzi -, la tariffa media ammonta infatti a 450 euro l'anno, contro un premio medio di 250 euro negli altri paesi dell’Unione”. Secondo Rienzi si tratterebbe di ‘’una differenza abnorme che danneggia i cittadini italiani, soprattutto chi risiede nelle regioni del sud: basti pensare che a Napoli la tariffa media supera di ben 477 euro la media europea'.

 

Federconsumatori e Adusbef parlano di 'diminuzioni inverosimili' e anche loro sottolineano che 'l'Italia detiene il primato negativo delle polizze Rc auto più care d'Europa.




Facebook Twitter Rss