ANNO 15 n° 298
Agnelli: ''Difenderemo l'onorabilità dei nostri tesserati''
04/08/2012 - 04:00

VITERBO - Avanti con Conte. Più che mai. Andrea Agnelli, dopo aver esternato la solidarietà totale della Juventus nei confronti dei propri tesserati deferiti, continua a recarsi ogni giorno (lo ha fatto anche ieri) a Vinovo, ad assistere e rincuorare il tecnico, sulla graticola insieme agli a Bonucci e Peso, sotto processo per il calcioscommesse. Sarà così, presumibilmente, fino alla data della sentenza, l'8 o 9 agosto.

La linea bianconera di difendere l'onorabilità dei propri tesserati anche a costo di una dura guerra con la Figc trova sempre più conferma nelle ultime ore: l'intento della società, a pochi giorni dalla sfida con il Napoli per il primo trofeo importante della stagione, la Supercoppa italiana, è quello però di trasformare questa ''guerra santa'' in energia positiva per la squadra, che si può blindare finchè si vuole, ma certo non può essere immune da condizionamenti psicologici.

Oltre che in Conte, c'è piena fiducia in Massimo Carrera, la cui quotazione come sostituto di Conte in panchina sono in rialzo rispetto al tecnico della Primavera, Marco Baroni. Ma il tempo incalza e manca ormai solo un'amichevole, quella di domani sera a Salerno con il Malaga, per oliare il motore in vista di Pechino con il Napoli l'11 settembre.

I problemi non mancano e derivano soprattutto dall'infermeria: Chiellini è in recupero ma in forte dubbio; out Isla, Caceres, Pepe; incerti De Ceglie, Vucinic e Lucio, che oltretutto è in forte ritardo di condizione.

Ma, soprattutto, la Juventus l'8-9 agosto saprà per quanto tempo perderà Bonucci (salvo una clamorosa assoluzione): dovrebbe essere per almeno una stagione, visto che oggi il procuratore Palazzi ha reso nota la pesante richiesta di tre anni e mezzo. Ecco allora le 'avances' al Rubin Kazan per Bocchetti, nella cui operazione l'Ad Marotta vorrebbe infilare Ziegler.

 

Facebook Twitter Rss